Spedizioni in 48 - 72h / Gratuite con ordini superiori a €119,00
Blog

Come proteggere i cani dai botti di Capodanno

lunedì, 21 dicembre 2015 Consigli utili, Curiosità dal mondo canino,
come proteggere i cani dai botti di capodanno
Molti cani possono andare nel panico e avere dei comportamenti incontrollabili. Scopri come aiutarli a superare la paura!

I fuochi d’artificio e i petardi che vengono esplosi possono essere pericolosi sia per l’uomo che per i nostri amici a quattro zampe. I cani hanno un udito molto più sensibile del nostro e i forti rumori posso spaventarli così tanto da fargli perdere l’orientamento o paralizzarli. Vi invitiamo a non utilizzarli e ad osservare alcune regole per proteggere i cani dai botti di Capodanno.

Alcune regole importanti

Premettiamo che ogni cane affronta a modo suo la paura e può assumere un comportamento diverso a seconda della situazione in cui si trova. La prima cosa importante da dire è quella di non lasciare i cani all’aperto e soprattutto da soli! Ricordiamo che proprio in questo periodo avvengono moltissimi smarrimenti di cani poiché, come detto prima, i rumori forti possono causare talmente tanto disorientamento da farli fuggire e correre per strada con il rischio di essere investiti. È importante assicurargli un posto tranquillo in cui possono sentirsi protetti.

Un accorgimento speciale va anche ai cani anziani o cardiopatici. In questo caso è consigliabile rivolgersi al proprio veterinario, affinché si sappia come comportarsi in caso di aritmie anche fatali. In qualunque caso è importante che ogni cane sia dotato di medaglietta di riconoscimento e microchip.

Come superare la paura dei botti

Molti cani possono essere talmente tanto terrorizzati da nascondersi sotto i letti, agitarsi talmente tanto da farsi male e talvolta anche mordere il padrone che magari si è avvicinato solo per tranquillizzarlo.

Aiutarli a superare la paura non è questione di “tranquillizzare” il cane attraverso dei medicinali che possono avere degli effetti collaterali, ma educarli col tempo e pazientemente ad superare la situazioni al meglio.

Come anticipavamo è importante non lasciarlo all’aperto né libero né alla catena con il pericolo che si strozzi, e nemmeno sul balcone per evitare che si getti nel vuoto.

La seconda cosa da fare è non avvicinarsi e rassicurarlo nel caso che al primo botto inizi a piangere e agitarsi: non faremo altro che “rafforzare” la sua paura. È la prima cosa che ci verrebbe da fare, invece è importante non dar peso alle sue ansie ma è necessario non guardarlo e restare calmi per trasmettere serenità: più lui ci vedrà tranquilli più sarà per lui una situazione “normale”. Possiamo al limite farlo giocare con il suo gioco preferito.

Se ci si allontana da lui, lasciamo qualche croccantino Aldog alla sua portata. Di solito i cani spaventati non mangiano, ma avere nelle vicinanze il suo pasto preferito lo rassicurerà.

La tecnica del libro

Molti comportamentisti consigliano la “tecnica del libro” per aiutare i cani dalla paura dei botti di Capodanno. Nel caso in cui il cane vada a nascondersi nel suo rifugio prendete un libro, sedetevi vicino a lui e cominciate a leggere. Ricordiamo, come detto prima, di non guardarlo negli occhi e non toccarlo (potrebbe mordervi). Dobbiamo dotarci di pazienza e dopo qualche paginetta possiamo provare a toccarlo, se si scosta significa che non è ancora a suo agio e dobbiamo andare avanti a leggere.

Ricordatevi, se ci percepisce calmi più si sentirà sicuro. È una tecnica efficace ma ci vuole molta dedizione.

Abbiamo dato alcuni consigli utili che non vogliono essere delle regole risolute. Confidiamo nel vostro buon senso e responsabilità per aiutare gli amici a quattro zampe a godersi al meglio la festa di Capodanno.

Scrivi un commento